Dal ritiro Ringhio a Peschiera – atto secondo

ringhio 2013report n.2 da Cecilia Barazzetta e Cecilia Panisi
Le ridicole 4 ore di sonno non hanno frenato la fantasia dell’arzillo preparatore che, prima ancora del sorgere del sole, ha saputo trasformare un semplice risveglio muscolare in un percorso per marines sull’asfalto di un parcheggio in riva al lago. Unici spettatori dello scempio, uno sparuto gruppo di cigni e anatre che avrebbero volentieri sottratto alle Ringhio le mandorle e i frutti, distribuiti prima dell’allenamento. Le precise richieste tecniche di Teo Gomma Artina erano peraltro costantemente affiancate da richiami al sorriso da parte di Alex. Arrivate a colazione con una paresi facciale, le ragazze hanno travolto il buffet (salato) mangiando “come se non ci fosse un domani” cit. Appesantite dai 30gr di crostata, le ringhio sono state catturate dal letto per le successive due ore. …Alle 10.00 sul campo di Ponte sul Mincio riprendeva l’attività delle ragazze. Fatta la conoscenza della responsabile della struttura, stupita della resa di Alex XXS Geddo in versione live e non telefonica, le nostre atlete si sono cimentate in una sessione di giardinaggio, dato che il campo era stato circumnavigato più volte da Pollicino e i suoi amici. L’allenamento, svoltosi in assenza del preparatore atletico, si è concentrato sui fondamentali del rugby. Più tardi, mentre la maggior parte delle atlete si godeva qualche attimo di riposo in piscina, alcune delle ragazze, pur di evitare la prova costume, hanno pensato di perdersi e vagare in auto per le campagne della zona fra campi di grano e camionisti incazzati. Consumato un frugale pasto, le ringhio sono uscite nuovamente sconfitte dalla lotta con il matrasso…o il divano…o anche il prato! Sotto il sole ancora battente delle 16.00 le ragazze hanno affrontato l’ultima fatica della giornata: allenamento tecnico sull’organizzazione di gioco. Le Ringhio peró hanno saputo stupire ancora una volta gli allenatori che, convinti di averle sfiancate, si sono ritrovati invece davanti ad uno spettacolo indecoroso: i balli di gruppo in acqua. Le nostre si sono distinte animando la festa in piscina e poi allietando il campeggio con chitarra, cori e coreografie che hanno fatto invidia a tutti gli altri gruppi sportivi presenti. Rifocillate da una gustosa pizza, le ragazze non si sono sottratte a un secondo round di balli prima di trovare il meritato riposo. Appuntamento a domani, in attesa di team manager e delle compagne di squadra bresciane e torinesi.
Il mitico trio!