U18 prima classificata al Torneo di Rovato

u18 2013

 

29 Settembre 2013, Torneo U18 di Rovato – a cura di Franco Lana

Risultati e classifica

Rovato U18 – GBR U18: 12 – 19  (2 – 3)

Rovato U18 – Botticino U18: 40 – 17 (8 – 2)

Botticino U18 – GBR U18: 21 – 10 (2 – 3)

 

Classifica: 1° GBR ; 2° Rovato; 3° Botticino.

Grande Brianza U 18 fa visita ai pari età di Rovato per disputare un mini torneo a tre che vede impegnata anche la formazione di Botticino. Il campionato inizierà solo il 13 ottobre con  i ragazzi di coach Cuomo e Riccardo impegnati in casa contro Sondrio.

Il torneo si disputa allo stadio Europa di Rovato e prevede un girone all’italiana con due incontri da 18’ per tempo. La giornata è bigia, tira vento ma fortunatamente non piove ed il terreno del bel campo di Rovato è in ottime condizioni. Il pubblico intervenuto numeroso si divide tra la club-house, fornitissima di aperitivi e una super cucina con un menò di carne di tutto rispetto e la tribuna coperta.

Tutti ingredienti che fanno dimenticare le bizze del tempo di fine settembre e che ci permettono di assistere alle partite, almeno per una volta, mangiati e asciutti. Che non succede spesso. Pronti via e GBR si misura subito con i padroni di casa del Rovato che presentano una formazione un po’ diversa rispetto a quella che sì è imposta al torneo di Monza di due settimane prima.

Rovato subito a macinare un buon gioco dentro la metà campo di GBR. Ed è quasi subito meta per i padroni di casa che hanno facilmente ragione di una difesa brianzola non proprio impeccabile. Per quasi tutto il primo tempo il gioco si svolge dentro i trenta metri di campo difesi da GBR incapace di imbastire azioni d’attacco in grado di impensierire Rovato.

Solo negli ultimi minuti del primo tempo si vede GBR che si fa più aggressiva nei punti d’incontro e nelle mischie costringendo Rovato ad arretrare il baricentro del proprio gioco e commettendo molti in avanti.

Si va sul mini riposo con Rovato avanti 7 a niente. GBR rientra in campo con un atteggiamento più offensivo e si porta in parità con una bella meta di Tommy Pellegrini che semina la difesa avversaria con un’azione giocata di prima fase. Jack infila i pali e punteggio sul sette pari.

L’inerzia è rotta e GBR comincia a farsi vedere con continuità nei pressi dei ventidue avversari.

È però ancora Rovato a rimette il naso avanti con ripetute azioni abrasive sul punto d’incontro che si concretizza con una meta non trasformata.

GBR non si perde d’animo e riprende a giocare in attacco mettendo molta pressione su tutti i giocatori in possesso dell’ovale. La mischia si conferma come punto d’ancoraggio del gioco di GBR mentre la touche funziona ancora a intermittenza.

GBR si riporta in parità con una bella azione corale nata sulla fascia destra grazie al timing perfetto del sostegno. Jack ci riprova ma stavolta spedisce lontano dai pali. GBR in pieno possesso del gioco viene fermata sui dieci metri solo con dei falli. L’occasione è ghiotta per un calcio piazzato da posizione favorevole. Ma GBR decide di andare per il bersaglio grosso. E detto fatto, l’ovale viene portato in meta con un’azione in diagonale da destra a sinistra. Jack stavolta non sbaglia e GBR vince così l’incontro per 19 a 12.

Nella seconda partita Rovato strapazza Botticino 40 a 17 dopo aver concesso agli avversari solo il primo vantaggio su calcio piazzato. Il resto dell’incontro vede quasi sempre Rovato dettare i tempi del gioco e Botticino reagire d’orgoglio con penetrazioni centrali favorite dalla stazza davvero ragguardevole dei propri giocatori

Nel secondo incontro GBR affronta Botticino partendo subito forte e segnando due mete entrambe trasformate da Stefano Scorzelli formato kicker. Forse per l’eccitazione, forse per la smania di strafare GBR spreca almeno in un paio di occasioni delle marcature facili e se ne mangia una già fatta commettendo un avanti proprio nel attimo in cui l’ovale viene schiacciato a terra. Mete che avrebbero chiuso definitivamente la pratica Botticino e che invece lasciano vive le speranze e la voglia di rifarsi dei ragazzi in maglia gialloblù.

Il secondo tempo inizia con GBR che spinge e va ancora a marcare all’ottavo minuto con una azione spettacolare del pilone Thomas che esce da un blocco a tutta, fa una finta da fare invidia ad un’ala mettendo a sedere l’estremo e schiacciando con tutta tranquillità in mezzo ai pali. Scorzelli ringrazia e trasforma per il momentaneo 21 a zero per GBR.

A questo punto della gara GBR anziché continuare a giocare per segnare nuovamente tira i remi in barca, perde lucidità e concentrazione. Arriva così una sequenza di falli che consente a Botticino di uscire dal buco dentro il quale GBR l’aveva cacciata e di riaffacciarsi ai ventidue brianzoli.

Botticino ringrazia e propina una bella giocata sulla fascia destra ed innesca una corsa inarrestabile che si spegne solo nella nostra end zone. Calcio fallito e Botticino che ci crede ancora. Punteggio sul 21 a 5 per GBR.

GBR rimette l’ovale in gioco ma la concentrazione non c’è più e si vede. Placcaggi mal eseguiti, poca pressione, falli e Botticino che risale il campo a tutta forza. Il risultato è traballante e GBR fatica a contenere le sfuriate di un avversario che ha ritrovato forza ed energie e piazza la seconda meta ma senza trasformarla. Il tabellone si muove ancora Botticino che risale a 10 punti.

GBR sembra essere in balia dell’avversario. Fortunatamente il tempo implacabilmente scorre e l’arbitro fischia decretando la fine dell’incontro e la prima vittoria stagionale per GBR U18 che si aggiudica così il torneo, restituendo il favore a Rovato.

Che dire, troppo poco quattro tempi da 18 minuti per potere tracciare un resoconto credibile. Vero è che GBR ha la partenza lenta e spesso in avvio di partita concede troppo all’avversario di turno.  Così come a volte si fa prendere la mano ed accelera giocate che invece andrebbero gestite con più pazienza. Vanificando così gli sforzi prodotti per giungere fino alla linea di meta, magari per un avanti.

L’atteggiamento mentale comincia ad essere quello giusto e nonostante i giocatori siano contati e molti dei nuovi arrivi ancora con la plastica da togliere dalla maglia tutti si danno un gran daffare quando entrano in campo.

Buona l’aggressività sfoggiata anche contro avversari stazzati e nessun timore reverenziale. È stato detto che Rovato contro GBR non ha schierato la sua formazione migliore ed hanno perso: peggio per loro, sono avvisati e per la prossima volta, vedremo. Botticino aveva più chili ma non sono bastati, una buona esperienza in previsione degli scontri fisici che attendo i ragazzi in Valtellina.

Contro GBR nessuno si può illudere di partire vincente. Una meta alla volta, una partita alla volta. Noi ci saremo. Sempre.

Formazione GBR U18:

15 Paolo Roncaglioni; 14  Rollini; 13 Tommy Pellegrini; 12 Ricky Parolini; 11 Edo Dini Ciacci; 10 Gianfranco Larghi; 9 Francesco Crippa; 8 Stefano Scorzelli; 7 Marco Ferraris; 6 Andrea cattaneo; 5 Davide Dumini; 4 Alessandro Santarelli; 3 Thomas Ristallo; 2 Nicholas Romagnoli; 1 Dylan D’Ercole; 16 Federico Staffa; 17 Marco Gusnaroli; 18 Valtolina; 20 Alessandro Caprotti; 21 Jack Elemi.

Mete fatte: 6 (punti 40); mete subite 4 (punti 22)

Cartellini Gialli; nessuno; Rosso nessuno