26 Ottobre – Monza U14 sotto all’ultimo contro ASD Milano

Giornata triste sabato 26 ottobre 2013, la partita inizia osservando un minuto di silenzio per la scomparsa del papá del nostro amico Paolo “Grigio” Carcassi, a cui vanno le piú sentite condoglianze dei giocatori, tecnici, team manager e genitori della Under14. Coraggio Paolo, siamo con te.

Iniziano bene i ragazzi monzesi partendo subito all’attacco e portandosi in vantaggio dopo pochi minuti.
I nostri schiacciano gli avversari nella loro metá campo e dopo neanche 15 minuti siamo 15-00 per noi. Il Milano recupera sfruttando il gioco al largo, ma Raul e compagni non sono da meno, utilizzando bene anche loro il gioco al largo, passano per altre due volte la linea di meta avversaria.
Buona anche la salita difensiva che lascia poco spazio di manovra ai milanesi e dove Locati fa un ottimo lavoro cercando di recuperare palloni da ogni placcaggio.
Marini, il nostro tallonatore é in giornata e arriva a tallonare la palla in mischia fino alle seconde linee avversarie.
Buono il gioco dei centri Ercoli e Gilardi che creano spazi per infilarsi nelle maglie avversarie. Il primo tempo finisce 27-05 per il Monza.

Tutto bene, quindi?

No, Trentin sostituisce i giocatori che hanno dato il meglio forse troppo prematuramente.
Raul da mischia chiusa parte sulla destra e porta i suoi sul 31-05 dopo 5′ della ripresa, poi… black out!

La squadra smette di giocare, commettendo errori sciocchi in difesa e lasciando spazio agli avversari che ribaltano il risultato fino a portarsi a casa la partita vincendo 38-34.

Una sconfitta bruciante e deludente, una partita che poteva essere facilmente portata a casa buttata alle ortiche.
Il buon lavoro svolto nel primo tempo vanificato da un secondo dove i ragazzi pensavano di aver giá in tasca il risultato.

L’under14 continua a cambiare il calciatore delle trasformazioni, lasciando sul campo punti preziosissimi. Alla fine le mete sono state 6 per parte, ma i milanesi ne hanno piazzate 2 piú di noi, e questo é il risultato.

Questo gli sará da esempio che in tutti gli sport, non solo nel rugby, il risultato non é mai scontato fino alla fine, e che si scende in campo con voglia di dare il massimo fino alla fine. Qualcosa cambierá.

Finita la partita in spogliatoio, per la prima volta, regnava il silenzio. Segno che, forse, anche i giocatori si sono resi conto della brutta prestazione finale.

I nostri complimenti a Riccardo Perego che ha esordito nel ruolo di tallonatore sabato giocando una buona partita per un esordiente. Bravo!

Risultato Monza – ASD Milano 34 – 38