Lecco U18 GBR U18

Logo Grande Brianza Rugby
Logo Grande Brianza Rugby

Seconda uscita stagionale per GBR U18 in trasferta a Lecco. E seconda sconfitta in due partite. Non era mai capitato un inizio di stagione così disastroso per la formazione U18 di GBR. Almeno dal punto di vista della classifica. Ma andiamo con ordine. Coach Cuomo deve ancora fare a meno dell’apertura titolare Jack Elemi, presente in tribuna, dell’estremo Paolino Roncaglioni, reduce da un piccolo intervento, a cui si è aggiunto l’ala Tommy Pellegrini.

Spazio quindi ai nuovi arrivati che hanno così l’occasione per mettersi in mostra e per fare la necessaria esperienza in campionato. GBR parte subito forte e costringe Lecco per quasi cinque minuti a ridosso della linea dei propri ventidue dove mette subito in risalto la propria mischia che mette sotto quella avversaria.

Lecco in affanno tenta di allontanare con dei calci l’ovale ma la misura è sbagliata e si ritorna sul punto di calcio. Anche la touche oggi funziona e GBR continua la sua proiezione offensiva. La trasmissione dell’ovale è meno approssimativa di domenica scorsa ma gli angoli di corsa e le scelte non sono quelle corrette e la difesa dei padroni di casa riesce a mettere delle pezze sui tentativi di sfondamento di GBR.

Lecco, quasi sempre in fuorigioco, concede due ottime possibilità di piazzare da posizione centrale e ravvicinata, al 10’ ed al 18’ ma coach Cuomo non se la sente di caricare di altre responsabilità Simone Cuzzola già alle prese con il difficile ruolo di mediano di mischia e si decide così di giocare alla mano.

Al 12’ GBR spreca l’ennesima giocata da ripartenza in zona favorevole per la fretta e il cattivo posizionamento dei propri giocatori restituendo l’ovale ad un incredulo Lecco. Al 20’ Lecco, per la prima volta dall’inizio dell’incontro, mette fuori il naso dalla propria metà campo con un calcio in allontanamento che ribalza in mezzo al campo. E sulla ripartenza per un uno dei pochi falli fischiati a GBR trova il pertugio giusto per andare a marcare da sinistra per il momentaneo vantaggio del 5 a zero.

GBR non si scompone e si riporta nella metà campo avversaria. Al 24’ dopo l’ennesimo fallo di fuorigioco fischiato contro Lecco prova a piazzare l’ovale ma il calcio è mal eseguito. E il punteggio resta sempre sul 5 a zero per Lecco, con i suoi tifosi che tirano un grande sospiro di sollievo.

Il copione non cambia con GBR a fare il gioco e Lecco a difendersi. Lecco si ripropone in avanti solo al 33’ con un calcio a seguito di un fallo in attacco di GBR. La prima touche viene rubata da GBR che però porta fuori l’ovale e concede a Lecco una seconda opportunità a sinistra.

Lecco vince la touche ma viene ricacciata indietro. Il primo tempo termina con una mischia contro GBR che però l’arbitro non fa giocare a tempo scaduto e primo tempo che termina con Lecco avanti 5 a zero.

Lecco calcia il primo pallone della ripresa e si ritrova in posizione favorevole per un paio di falli di fuorigioco di seguito fischiati contro GBR. E Lecco approfitta di un posizionamento errato di GBR per marcare ancora vicino la palo di destra. Il calcio viene convertito e GBR sotto per 12 a niente dopo neanche due minuti di gioco del secondo tempo.

Cuomo rivede l’assetto delle seconde linee e sposta Manuel Della Ventura più vicino al mediano. E la manovra d’attacco di GBR improvvisamente diventa più fluida e veloce. Ancora una volta l’allineamento di Lecco è in fuorigioco e su un carrettino impostato da GBR che avanza spedito l’arbitro decide che ne ha visti abbastanza e sanziona un giocatore avversario con un giallo che costa dieci minuti di inferiorità a Lecco.

GBR improvvisamente si fa più minacciosa e attacca con ancora maggiore forza, perdendo però in lucidità. In almeno tre occasioni Lecco si salva in extremis con una mischia contro per un tenuto alto ma deve capitolare dopo quasi otto minuti di assalti grazie ad una bella aziona alla mano da sinistra a destra conclusa da Edo Dini Ciacci che aggira l’estremo e deposita in area di meta.

Esplode finalmente la gioia dei supporters ospiti e GBR che si rifà sotto e muove il tabellone segnando i primi cinque punti dell’incontro. Ma non c’è neppure il tempo per sedersi che Lecco, tornata in parità numerica, al 54’ fa secca una difesa brianzola non impeccabile riportandosi avanti 19 a 5.

GBR non ci sta e insiste nelle sue azioni offensive giocando per quasi tutto il secondo tempo nel tinello di casa del Lecco, per usare una frase conosciuta nel mondo del rugby. E infatti la meta arriva al 60’ con un’azione di sfondamento giocata  a ridosso della linea di meta  finalmente coronata da successo. Il calcio anche questa volta non è preciso e il punteggio è di 19 a 10 per i padroni di casa.

Il tempo scorre inesorabile e la fatica comincia  farsi sentire . GBR incappa in un paio di falli che ridanno speranze a fiato alla difesa lecchese che subisce fisicamente GBR ma supera indenne gli ultimi dieci minuti dell’incontro vincendo per 19 a 10.

Copione molto simile a quello di domenica scorsa dove GBR ha fatto il gioco ma gli avversari hanno portato a casa il risultato con il minimo sforzo. Oggi GBR ha dominato nelle mischie, nelle touche nell’occupazione del territorio. Ha passato meglio, commettendo meno in avanti, ha fatto molto meno falli dell’avversario, ha recuperato molti più ovali ma ha perso ugualmente.

Lo ripeto, ho la netta sensazione che questo girone sia molto più equilibrato rispetto quelli visti nei due campionati precedenti. E quindi, a maggior ragione, anche i singoli episodi contano e possono decidere le sorti dell’incontro. Anche oggi in squadra c’erano molti giocatori nuovi, e sarebbe illogico aspettarsi da loro la malizia di chi invece gioca da più tempo.

Così come si intravedono notevoli potenzialità di crescita e miglioramento che cambieranno, ne sono certo, il volto della squadra in meglio. Però bisogna vincere se si vuole arrivare ai playoff.  Già da settimana prossima rientreranno alcuni giocatori chiave per la difesa, in regia d’attacco e per i calci tra i pali. Tutti devono continuare a dare il massimo: i vecchi devono aiutare i giovani ad acquisire fiducia in se stessi e a comprendere che si vince e si perde tutti assieme. Che i lividi sono i segni che i guerrieri portano addosso con orgoglio. Che, ogni mischia e touche, ogni metro conquistato e ogni ovale recuperato, ogni passaggio e placcaggio, deve essere fatto con la massima intensità perché è quello che potrebbe cambiare il corso della partita.

Risultato finale: Lecco U18 19 – GBR U18 10 (primo tempo 5 – 0)

Formazione GBR U18: 15 Bruno Klopf; 14 Edo Dini Ciacci; 13 Ricky Parolini; 12 Manuel Della Ventura; 11 Gianluca Rollini; 10 Gianfranco Larghi; 9 Simone Cuzzola;  8 Lorenzo Colzani; 7 Marco Ferraris; 6 Paolo Cattaneo; 5 Ale Santarelli; 4 Marco Gusmaroli; 3 Thomas Ristallo; 2 Stefano Scorzelli; 1 Dylan D’Ercole; 16 Ale Caprotti; 17  Matteo Colombo; 18 Davide Galbiati; 19 Nicholas Romagnoli; 20 Edo Radaelli; 21 Giacomo Valtolina

Sostituzioni (tutte nel 2° Tempo; 16 Ale Caprotti (in); 1 Dylan D’Ercole (out); 19 Nicholas Romagnoli (in); 3 Thomas Ristallo (out); 20 Edo Radaelli (in); 6 Paolo Cattaneo (out)

Marcatori:

1° Tempo: 20:00 Lecco (non trasf.) 5 – 0;  2° Tempo: 36:40 Lecco (trasf.) 12:00; 51:00 GBR n.° 12 Manuel Della Ventura (non trasf.) 12 – 5; 54:00 lecco (trasf.) 19 – 5; 60:00 GBR n.° 14 Edo Dini Ciacci (non trasf.) 19 – 10

Cartellini gialli: 1) Lecco 2° Tempo 41:00; Cartellini rossi: nessuno