GBR torna in carreggiata grazie al 40 a 0 rifilato a Como

GBR torna in carreggiata grazie al 40 a 0 rifilato a Como

Serviva una risposta immediata dopo la cocente sconfitta rimediata a Bergamo una settimana fa e i ragazzi del GBR non hanno lasciato i tifosi a mani vuote, tornando a casa con i 5 punti necessari per restare attaccati al treno delle prime in classifica.

E’ infatti arrivata una vittoria netta sul campo di un arcigno Como che ha fatto sudare gli ospiti ben più di quanto indichi il punteggio finale di 40 a 0.

I padroni di casa sono stati un degno avversario per i ragazzi di capitan Sanfilippo cedendo di schianto solamente nella ripresa dopo un primo tempo, chiuso sul 14 a 0, in cui si sono difesi con le unghie e con i denti.

La prima frazione non è certo stata la migliore dell’anno da parte del GBR che ha rischiato di rivedere i fantasmi di Bergamo nel primo quarto di partita per poi sbloccarsi al 20′ con la meta di Pasquale Quercia a cui è seguita quella di Fabio Masoero bravissimo a seguire il break di Davide Eralti e ricevere il passaggio per involarsi sotto i pali.

Con entrambe le trasformazioni messe a segno da Riccardo Dodi la prima frazione si chiudeva così sul 14 a 0, uno score che lasciava però numerosi dubbi alla compagine brianzola soprattutto perché ottenuto dopo aver passato larghi tratti dei primi 40 minuti a difendersi dagli attacchi comaschi invece che portarne di propri.

La ripresa si apre con ancora la difesa ospite sugli scudi, bravissima a non lasciare varchi ai padroni di casa, ma troppo approssimativa nel recuperare il pallone e imbastire delle azioni pericolose in attacco, fino al 25′ del secondo tempo quando la squadra sembra svegliarsi dal torpore che li ha stregati fino a quel momento ed ingranare la marcia in più per chiudere i conti.

Arrivano infatti ben 3 mete in meno di 5 minuti siglate da “Trottolino” Masoero, alla prima meritatissima doppietta personale dell’anno, Camillo Selvagno e Lorenzo Villa, di cui solo due trasformate da Dodi che sembra però aver ritrovato la miglior precisione dalla piazzola.

Nel finale a sigillare il successo, sofferto ma meritato, arriva anche la sesta meta messa a segno da “Capitan Futuro” Francesco Maconi in seguito ad un ennesimo ottimo sostegno che mette in risalto la fama di instancabile lavoratore del terza linea brianzolo.

Dodi trasforma addirittura in drop per fissare il risultato sul 40 a 0 con cui si chiude il match.

GBR torna quindi alla vittoria restando attaccata al treno in vetta alla classifica conquistando 5 punti fondamentali anche e soprattutto per riportare in alto il morale inabissatosi inesorabilmente dopo il ko di Bergamo.

 

I marcatori:

Mete: Quercia, Masoero 2, Selvagno, Villa, Maconi / Trasf: Dodi 5

 

La formazione: 15 Roberto Predolini, 14 Ricccardo Dodi, 13 Tommaso Banfi, 12 Daniele Amenta, 11 Fabio Masoero, 10 Camillo Selvagno, 9 Angelo Spada, 8 Francesco Maconi, 7 Luca Bandera, 6 Marcello Biffi, 5 Emanuele Perego, 4 Davide Eralti, 3 Pasquale Quercia, 2 Francesco Sanfilippo (cap), 1 Alessandro Samela.

A disposizione: 16 Emanuele Di Trani, 17 Jacopo Beni, 18 Isaia Montagna, 19 Alejandro Magnin, 20 Umberto Guaitani, 21 Luca Frittoli, 22 Lorenzo Villa