Amatori Rugby Milano Jr.U18 Vs. Grande Brianza U18

Dal nostro cronista e motivatore Franco Lana

Una volta tanto partiamo subito dai numeri, che servono per inquadrare meglio il tenore dell’incontro ed il suo esito, che almeno sulla carta era scontato, giocato partita in trasferta con cui GBR U18 ha regolato gli avversari dell’Amatori Rugby per 48 a 19.

Prima di incontrare GBR U18 i nostri avversari avevano subito nella quattro partite precedenti la bellezza di 37 mete (media 9,25 a partita) segnandone solo 3 (cioè ¾ di punti a partita). Peggiore sconfitta 84 a zero con GMR e migliore sconfitta, se così si può dire, 25 a 12 la partita persa contro Delebio.

Oggi invece, grazie soprattutto all’evidente spirito natalizio che già pervade i ragazzi di coach Cuomo, abbiamo concesso ai nostri avversari di segnare ben 19 punti e cioè tre mete di cui due trasformate, segnate proprio in mezzo ai pali. Tutto in un unico incontro !

Ma non sono le mete a dare fastidio ma l’atteggiamento mentale che si è visto a lungo in campo. Cuomo ha dato spazio a tutti i ragazzi del roster inserendo come titolari dal primo minuto giocatori che solitamente partono dalla panchina. Un’opportunità per dimostrare i progressi fatti, una motivazione per farsi valere sul campo contro un avversario vero. Una conferma che i cambi ci sono e sono pronti. Almeno queste le premesse. crediamo, di Cuomo.

La partita si era messa bene da subito con GBR lesta a riportare in meta i calci dell’Amatori con pregevoli azioni a fase singola. Pronti via e 10 a zero per GBR. Jack ci prova da posizione molto defilata ma fallisce entrambe i tentativi. Dopo neanche 4 minuti c’è solo GBR a comandare in campo e luce spenta per i nostri avversari incapaci di interrompere le rapide azioni corali della squadra.

GBR improvvisamente, smette di giocare a rugby e comincia a comportarsi in modo molto poco disciplinato. Almeno questo è quanto pensa e valuta l’arbitro. Nel giro di venti minuti GBR si fa fischiare tutti i falli presenti nel regolamento del union rugby e non tocca più l’ovale che rimane costantemente nella mani dell’Amatori.

Al 25 esimo l’Amatori riesce di forza a depositare in meta dopo un’infinità di tentativi tutti respinti con successo dalla difesa brianzola a ridosso della end zone di GBR, riportandosi così in un amen a meno tre grazie alla trasformazione facile facile calciata di fronte ai pali.

GBR gira nuovamente l’interruttore su modalità gioco a rugby e ne segna tre, di mete, tutte trasformate, nel giro di sei minuti portandosi sul 31 a 7. Pazzesco. Ma , evidentemente qualcosa nella mente dei ragazzi oggi fa contatto e l’interruttore si riporta su off fino alla fine del tempo con l’Amatori a premere ancora a ridosso dei ventidue di GBR.

Inizia il secondo tempo e cambiano quattro giocatori. Ma non l’atteggiamento. Infatti su una touche avversaria sui cinque metri l’Amatori è lesta a depositare vicino alla bandierina di sinistra per il momentaneo 31 a 12. GBR insiste nella scarsa disciplina e concede metri agli avversari che al 40 esimo tentano un calcio piazzato da posizione centrale, uscito di poco a lato.

Un chiaro messaggio dell’Amatori per GBR: noi siamo qui e facciamo sul serio. Al 46 esimo GBR, forse resasi conto che manca ancora una vita alla fine dell’incontro, si riporta in attacco e va a marcare la meta numero sei per il 36 a 12. GBR fa e disfa: passano due minuti e su una ripartenza dentro i propri ventidue si fa letteralmente rubare il pallone dalle mani da un incredulo giocatore avversario che segna la terza meta e subisce anche un fallo dal nostro terzo centro. Il quakle va a riposarsi dietro i pali per dieci minuti.

L’Amatori trasforma da posizione comoda e accorcia ancora portandosi sul 36 a 19. Nonostante l’inferiorità numerica ed i numerosi falli fischiati dall’arbitro, GBR riprende il possesso delle operazioni e marca ancora ai minuti 52 e 60. Jack, oggi 50% di trasformazione, ne mette una e fissa il punteggio, che non cambierà più fino alla fine dell’incontro, sul 48 a 19.

Forse, al nostro coach Cuomo, servirebbe un buon elettricista, visto gli evidenti sbalzi di tensione che si sono registrati durante tutta la partita. È semplicemente ridicolo aver concesso così tanto ad un avversario, francamente, così modesto. I falli hanno avuto il loro peso, ben 17 quelli fischiati contro GBR più un giallo. Ma ciò che ha pesato di più è stato l’atteggiamento poco umile. Ed è un peccato perché GBR, quando è concentrata gioca bene.

La mischia anche quando non vince mette sempre l’avversario nelle condizioni di giocare in modo prevedibile e poco pericoloso. Buona la continuità della touche che anche oggi ne ha rubate tre agli avversari. Meno efficaci oggi i punti d’incontro e il placca e recupera sicuramente a causa delle condizioni del terreno che hanno reso l’ovale difficile da gestire. Infatti cosa assai rara, sono quattro i turn-over concessi oggi. Non sempre efficaci i placcaggi ma comunque sempre portati in avanzamento.

Insomma la squadra c’è e il gioco anche: parte subito forte mentre negli anni passati concedeva anche un quarto d’ora all’avversario prima di ingranare. Manca però la determinazione nel mantenere alta e costante la pressione per indebolire l’avversario psicologicamente ancora prima che fisicamente. Contro avversari più organizzati e tecnicamente validi non ci si possono permettere fasi di rilassatezza ne mancanza di disciplina.

Mancano due partite prima del lungo stop natalizio. E noi, il nostro regalo, con largo anticipo, l’abbiamo già fatto.

Risultato incontro: Amatori Rugby Jr. Milano U18 – GBR U18 : 19 – 48 (1° T: 7 – 31)

Formazione GBR: 15 Bruno Klopf; 14 Francesco Crippa; 13 Gianfranco larghi; 12 Ricky Parolini (V. Cap.); 11 Gianluca Rollini; 10 Tommy Pellegrini; 9 Jack Elemi; 8 Yicki Berisha; 7 Marco Ferraris; 6 Fede Staffa; 5 Ale Santarelli; 4 marco Gusmaroli; 3 Lorenzo Colzani; 2 Stefano Scorzelli (Cap.); 1 Ejupi Xhoni; 16 Beppe farina; 17 Paolo Cattaneo; 18 Manuel Della Ventura; 19 Ale Caprotti; 20 Giacomo Valtolina; 21 Simone Cuzzola; 22 Nicholas Romagnoli

1° T: 1:20 GBR n. 8 Berisha (5 – 0); 3:50 GBR n. 12 Parolini (10 – 0) ; 25:00 Amatori (10 – 7); 28:00 GBR n. 15 Klopf (17 – 7); 29:30 GBR n. 14 Crippa ( 24 – 7); 31:30 GBR n. 10 Pellegrini ( 31 – 7).
2° T: Amatori 44:00 (31 – 12); 46:00 GBR n. 8 Berisha (36 – 12); 48:30 Amatori (36 – 19); 52:10 GBR n.° 21 Cuzzola (41 – 19); 60:00 GBR n. 21 Cuzzola (48 – 19)

Trasformazioni: GBR n. 9 Elemi 4/8 (Amatori 2/3)
Piazzati: Amatori 0/1

Cambi GBR 36:00 IN: n. 18 Della Ventura, n. 19 Caprotti, n. 17 Cattaneo, n. 21 Cuzzola; OUT: n. 14 Crippa, n. 6 Staffa, n. 7 Ferraris, n. 12 Parolini; GBR 44:00 IN n. 22 Romagnoli, n.16 Farina OUT n. 3 Colzani; n. 1 Xhoni; GBR 60:00 IN n. 20 Valtolina OUT n. 11 Rollini

Cartellini Gialli GBR 48:30 n. 17 Cattaneo; Amatori: nessuno
Cartellini Rossi: nessuno