TROFEO DEL GALLETTO A PARABIAGO PER IL MINIRUGBY

terzi Under 6 di Simone Radaelli

I nostri piccoli brianzoli, ormai in tenuta estiva, affrontano il torneo con
un punto fisso nella loro mente:………divertirsi!
Ebbene sì! grazie a diversi copertoni trovati al campo si cimentano con gli
amici dell’ASR MILANO nel torneo omino michelin…..forse con lo sguardo lungo
a Clermont.
Il torneo si svolge poi in tutta tranquillità e amicizia concludendosi poi con
il tanto sospirato terzo tempo dove ovviamente mostriamo il meglio di noi
stessi aggredento l’avversario:pasta, patatine e wursterl!
Comunque ottimo torneo e organizzato sin nei piccoli particolari.
Complimenti al Galletto vera attrazione della giornata.
Presenti:Jacopo Iannaccone, Samuele Mangiarotti, riccardo Radaelli

Under 8 di Gaetano Vitellino

In una domenica assolata, la nostra under 8 è riuscita a conquistare il terzo posto al Trofeo del Galletto di Parabiago. Dopo aver dominato il proprio girone, battendo senza troppa fatica il Rho (3-1), il Lyons Settimo Milanese (7-0) e il Lainate (4-1), nelle finali per il primo-terzo posto i nostri piccoli rugbisti hanno ceduto contro due ottime squadre come l’ASR Milano 2 e il Velate. Il copione di entrambe le partite è lo stesso: per la prima metà di gara, i nostri pascolano e gli avversari dilagano; poi, il ritmo degli avversari cala, mentre i nostri si risvegliano e recuperano molto bene, sebbene troppo tardi per salvare il risultato.

Presenti: Giacomo Bussi, Riccardo Castelli, Davide Farina, Lorenzo Grillandini, Emanuele Palacios, Samuele Radaelli, Andrea Sciascia, Gioele Taiwo, Francesco VitellinoAllenatori: Jacopo (Pino) Berti Rigo

Under 12 di Alessandro Raddi

La nostra u12 ha giocato sabato a Parabiago, nella giornata lombarda della u12, torneo a 16 squadre, bellissima giornata di sole, tanto caldo e avversari tosti. Quanta grinta, e complimenti a chi ha dato tutto quello che aveva e anche di più, a chi siè fatto calpestare da ragazzi di 70 kg, a chi ha corso più veloce degli avversari. Ai ragazzi che per mille motivi non sono riusciti ad esprimersi al meglio, diciamo solo ” quando giochi questo sport devi essere disposto a dare il massimo, e solo quando avrai dato il massimo farai veramente parte della squadra”. Possono sembrare parole dure, ma in questo caso personalmente credo che i ragazzi lo debbano sapere, purtroppo in campo non si può giocare a metà, si può sbagliare, si può non fare meta………ma….
Ottimo 6 posto.