Prima sconfitta per le Ringhio che confermano però il primato in classifica

Serie A Monza - Valsu 30.11.2014 mischia2 Serie A Monza - Valsu 30.11.2014 cerchio

Giunge in una giornata piovosa la prima sconfitta per le Ringhio che chiudono comunque il girone di andata saldamente in testa alla classifica. Le venete si impongono al Chiolo con un vantaggio di misura che penalizza in modo eccessivo le padrone di casa, protagoniste di una prestazione non perfetta ma sicuramente molto combattuta.

Il tempo e le condizioni del campo rallentano il ritmo del gioco per entrambe le squadre che commettono più errori di quanto sarebbe concesso sia in fase offensiva che difensiva. È proprio per falli ripetuti che arriva al 25’ il primo cartellino giallo della partita, fischiato alla seconda linea veneta Veronese B in una posizione del campo congeniale al piede di Magatti. L’ala monzese non si lascia intimorire dalla pressione della partita e centra i pali, guadagnando così i primi 3 punti per le padrone di casa. È ancora l’esuberanza di Magatti, a pochi minuti dal piazzato, a conquistare altri 5 punti per le Ringhio che, con un’azione corale portano l’ovale in meta e concretizzano così la superiorità numerica. Il parziale passa quindi sull’8 a 0 a soli sette minuti dallo scadere del primo tempo. Particolarmente intensi gli ultimi sprazzi del primo tempo, con le squadre stanche e infreddolite che, appesantite dal campo fangoso, commettono qualche imprecisione di troppo. È ancora una volta una fiammata di Magatti a impaurire la difesa veneta: l’ala monzese infatti conquista diversi metri nel campo avversario con un’azione personale ma non riesce a mettere a frutto il proprio sforzo con la palla che finisce fuori del campo e contemporaneamente un dolore muscolare costringe l’allenatore Geddo alla sua sostituzione. Gli ultimi minuti della prima frazione di gioco vedono protagoniste le venete che, riconquistata la parità numerica, approfittano di qualche imprecisione di troppo da parte delle monzesi per lanciare il centro Veronese in meta all’ultimo minuto utile. Rigoni manca la trasformazione dal conetto e l’arbitro manda le squadre alla pausa sull’8 a 5.

Il secondo tempo vede ancora un confronto piuttosto equilibrato tra le due formazioni che giocano a viso aperto favorendo l’utilizzo del piede per garantirsi la conquista territoriale. Fanno il loro ingresso in campo forze nuove per le Ringhio con Calabrese che prende il posto di Pillotti in mischia e Panizzuti che va a sostituire Piccini all’ala ma questo non muta gli equilibri della partita. Al 48’ minuto arriva un altro cartellino giallo per le venete che questa volta vedono allontanata dal campo di gioco il capitano Rigoni. Le  biancorosse non sanno però mettere a frutto questa nuova superiorità numerica e si trovano invece a dover fare a meno di Trentani, a sua volta sanzionata dal direttore di gara per fallo ripetuto. Prende fiducia il Valsugana che, intenzionato a concretizzare il vantaggio, intensifica le fasi offensive riuscendo così a trovare un varco della linea monzese e lanciando nuovamente Veronese in meta. Questa volta non sbaglia Rigoni che centra i pali e porta in vantaggio la propria squadra. Il finale di partita è particolarmente concitato con le Ringhio che reagiscono e attaccano con caparbietà. Pare riuscita l’impresa quando Rochas supera la linea di meta con l’ovale in mano ma l’arbitro non convalida la marcatura, data la difficoltà oggettiva di verificare la dinamica dell’azione. Si chiude così con la vittoria di 12 a 8 per la squadra ospite,  le Ringhio conquistano comunque un punto dal sapore amaro che certamente spronerà la squadra a lavorare intensamente per rifarsi in occasione del ritorno.

Il campionato di serie A femminile osserverà un turno di pausa la prossima domenica e conclude il girone di andata con una classifica guidata dal Rugby Monza (26 punti ), seguito a distanza dal Treviso (19 punti). Sono terze a breve distanza dalla seconda le ragazze del Valsugana che hanno finora realizzato 17 punti mentre il Riviera del Brenta si ferma a 12 punti. Chiudono la classifica Colorno, Cus Torino e Rugby Casale.

FORMAZIONE MONZA: Trilli, Piccini (47’ Panizzuti), Rochas, Bollini, Magatti (36’ Gai), Dell’Oca, Russo, Gaudino, Trentani, Locatelli, Pillotti (47’ Calabrese), Elemi, Barazzetta, Cammarano, Bettolatti. A disposizione: Iacopetti, Lisotti, Barillari, Panisi, Di Toma.

FORMAZIONE VALSUGANA: Folli, Bertoglio, Veronese M.D., Zangirolami ( 40′ Vitadello), Nascimben, Rigoni, Salvadego C, Giordano E, Fenato, Serafin, Giordano A, Veronese B, Cerato, Tendler (62′ Salvadego S), Ruzza. A disposizione: Jeni, Ekiam, Cuman, Linarello, Bortolotto.

TABELLINO: 25′ piazzato Magatti, 33′ meta Magatti nt, 40′ meta Veronese M.D., 70′ meta Veronese M.D. tr Rigoni. Gialli: 25′ Veronese B, 48′ Rigoni, 62′ Trentani.