tucano

Il Touch Rugby, il lato soft del rugby.

Una squadra di touch rugby è composta di sei giocatori. La categoria più utilizzata nelle competizioni in Italia è la “Mix Open”, che vede schierati in campo 3 donne e 3 uomini, senza limiti di età.

Ecco quello che dovete sapere di questo sport.

– La partita

La partita singola è di 40 minuti e si articola su due tempi di 20 minuti, con un intervallo di 5 minuti.

Nel caso di tornei che prevedono più partite i tempi possono essere ridotti (a seconda del numero di partita che dovranno essere disputate dalla singola squadra, possono diventare due tempi da 15, 12 o 10 minuti o un tempo unico da 20 minuti).

– Lo scopo del gioco

Vince chi segna più mete (o touchdown). Ogni meta vale un punto.

– La meta (o touchdown)

Segna una meta il giocatore che appoggia, in modo controllato, la palla oltre alla linea di meta ed entro i 5 metri successivi (area di meta).

Per ‘appoggio controllato’ si intende che il pallone tocca terra mentre è ancora in mano al giocatore (in possesso); la palla non può essere lanciata o fatta cadere.

– La palla

Esiste una palla ovale specifica per giocare a Touch, ma può anche essere utilizzato un pallone da rugby numero 4, più facile da reperire.

– L’inizio del gioco

Il gioco inizia con un fischio dell’arbitro.

La squadra che ha il possesso della palla inizia con un tap dalla metà del campo.

La squadra in difesa attende il fischio a 10 metri di distanza dalla metà campo.

Il gioco riprende con le stesse modalità (palla a metà campo, difesa a 10 metri e fischio dell’arbitro) al secondo tempo e dopo ogni meta.

– Il passaggio

Il giocatore in possesso di palla può passarla ad un qualsiasi altro giocatore della propria squadra, purchè quest’ultimo sia più indietro di lui sul campo (come nel rugby tradizionale , il passaggio deve sempre essere effettuato all’indietro).

Se nel tentativo di passaggio, la palla cade, il possesso va alla squadra avversaria, che diventa attaccante.

– Il Tocco (o Touch)

È il mezzo attraverso cui i difensori fermano l’attaccante portatore di palla.

Si esegue con una mano su ogni parte del corpo incluso il pallone; il tocco è leggero, non uno spintone (l’uso di forza eccessiva è considerato fallo).

I giocatori di entrambe le squadre possono effettuare il tocco: lo può fare anche l’attaccante per poter scegliere momento e posto in cui avvenga.

La squadra in possesso della palla ha a disposizione sei tocchi (a cui segue il cambio della squadra in attacco). È compito dell’arbitro contare i tocchi e dare il cambio di possesso al sesto tocco, indicando il punto in cui deve effettuare il roll ball la squadra che passa all’attacco.

Ci alleniamo tutti i martedì dalle 19,30 alle 21,30.